Introduzione al ‘non box-score’

La maggior parte delle statistiche avanzate di cui disponiamo fanno riferimento al ‘Box Score’, dunque prendendo come riferimento punti, assist, rimbalzi, rubate, palle perse e via dicendo. Sebbene siano uno strumento importantissimo per ogni analisi approfondita (BPM, WS, PER), non possono raccontare tutto. C’è un importante falla all’interno di queste statistiche: la difesa. Il box score non potrà mai raccontare uno scivolamento difensivo o un aiuto coi tempi giusti, ed è una delle ragione per cui un giocatore come Barkley ha statistiche avanzate migliori di quelle di Garnett: la difesa non viene analizzata come dovrebbe. Ed è qui che vogliamo introdurvi ad una statistica concepita da ESPN, chiamata Real Plus Minus, dalla stessa famiglia dei vari Adjusted Plus Minus e derivati. Il RPM ci permette di determinare l’apporto di un singolo giocatore all’interno di una partita, tenendo conto anche del livello dei compagni e degli avversari: una contestualizzazione importantissima. Ebbene con questa statistica sapremo quanti punti un determinato giocatore aggiunge o sottrae, di media, alla sua squadra nell’arco di 100 possessi, dividendosi in Offensive Real Plus Minus e Defensive Real Plus Minus. Di seguito riportati i primi cinque giocatori in questa speciale classifica durante la stagione ancora in corso:
1- Chris Paul 6.88 (ORPM 5.50 DRPM 1.38)
2- James Harden 6.77 (ORPM 7.03 DRPM -0.26)
3- Stephen Curry 6.03 (ORPM 6.90 DRPM -0.87)
4- Jimmy Bulter 5.94 (ORPM 3.44 DRPM 2.50)
5- Nikola Jokic 5.65 (ORPM 3.83 DRPM 1.82)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *